Ultima edizione | Archivio giornali | Archivio tematico | Archivio video

CNR: Almanacco della Scienza


ISSN 2037-4801

Archivio Tematico

Salute

1  | 2  | 3  | 4  | 5  | 6  | 7  | 8  | 9  | 10  | 11  | 12  | 13  | 14  | 15  | 16  | 17  | 18  | 19  | 20  | 21  | 22  | 23  | 24  | 25  | 26  | 27  | 28  | 29  | 30  | 31  | 32  | 33  | 34  | 35  | 36  | 37  | 38  | 39  | 40  | 41  | 42  | 43  | 44  | 45  | 46  | 47  | 48  | 49  | 50  | 51  | 52  | 53  | 54  | 55  | 56  | 57  | 58  | 59  | 60  | 61  | 62  | 63  | 64  | 65  | 66  | 67  | 68  | 69  | 70  | 71  | 72  | 73  | 74  | 75  | 76  | 77  | 78  | 79  | 80  | 81  | 82  | 83  | 84  | 85  | 86  | 87  | 88  | 89  | 90  | 91  | 92  | 93  | 94  | 95  | 96  | 97  | 98  | 99  | 100  | 101  | 102  | 103  | 104  | 105  | 106  | 107

Differenze di genere nella pandemia

Malattie come il Covid-19 colpiscono nella stessa maniera uomini e donne? A questa domanda si è risposto durante un incontro dell'Associazione italiana di epidemiologia. Ce ne riferisce Cristina Mangia dell'Istituto di scienze dell'atmosfera e del clima del Cnr, coordinatrice del gruppo “Salute di genere” dell'Associazione  


pubblicato in: Focus nell'Almanacco N 22 24 nov 2021

Pink, per combattere il cancro al seno

Lo studio, realizzato dall'Istituto di fisiologia clinica del Cnr all'interno di “Pink is good”, iniziativa della Fondazione Veronesi, mira a valutare i casi di tumore mammario non rilevati dalla mammografia, attraverso il ricorso all'integrazione con esami aggiuntivi, effettuati con altre metodiche, dalla tomosintesi alla risonanza magnetica. Sabrina Molinaro del Cnr-Ifc, responsabile del progetto, ne illustra le metodologie e i risultati finora raggiunti


pubblicato in: Focus nell'Almanacco N 22 24 nov 2021

Gastruloidi, ultima frontiera

Queste strutture multicellulari tridimensionali utili per studiare “in vitro” il potenziale di sviluppo di diversi tipi di cellule staminali sono il domani della ricerca in biologia e si spera che possano presto ridurre il ricorso alla sperimentazione animale. Un team napoletano del Cnr si posiziona tra i primi in Italia nello studio di questi organoidi, che riproducono le fasi più precoci dello sviluppo embrionale


pubblicato in: Focus nell'Almanacco N 21 10 nov 2021

Quando l'inibizione è un'alleata

In farmacologia con questo termine non si indica la paura che trattiene dallo svolgimento di attività che percepiamo come pericolose, ma la capacità di bloccare o ostacolare processi che causano una patologia. Nei laboratori del Cnr si svolgono tante attività di ricerca basate su questo principio, come spiegano Chiara Mozzetta dell'Istituto di biologia e patologia molecolari, Elena Levantini dell'Istituto di tecnologie biomediche e Antonio Musio dell'Istituto di ricerca genetica e biomedicina


pubblicato in: Focus nell'Almanacco N 20 27 ott 2021

Una profezia auto-avverante

A provocare la paura sono processi neurofisiologici indispensabili, come illustra Antonio Cerasa, neuroscienziato dell'Istituto per la ricerca e l'innovazione biomedica del Cnr. Ad alimentarla però è spesso la stessa ansia di provarla, che innesca un circolo vizioso e rende molto difficile superarla 


pubblicato in: Focus nell'Almanacco N 20 27 ott 2021

Alghe contro la malattia dell'intestino

Identificare nelle alghe i principi attivi in grado di combattere l'Inflammatory Bowel Desease (Ibd), la malattia infiammatoria dell'intestino che comprende la colite ulcerosa e il morbo di Crohn e contro la quale non esiste un protocollo terapeutico standardizzato, è l'obiettivo del progetto di ricerca europeo Algae for Inflammatory Bowel Desease (Algae4Ibd). Promossa nell'ambito del programma quadro Horizon 2020 con un finanziamento di 7,5 milioni di euro in quattro anni, la ricerca studierà gli alimenti funzionali e i prodotti farmaceutici ricavati dai composti delle alghe per contrastare questa patologia, che riguarda circa sette milioni di persone nel mondo, soprattutto nei Paesi occidentali e tra i più giovani. L'interesse dell'industria farmaceutica al loro contenuto di acidi grassi polinsaturi a elevato valore fisiologico per i loro potenziali effetti antitumorali e antiinfiammatori e la loro coltivazione economica, che necessita solamente di sole e anidrite carbonica, fanno di queste piante una nuova frontiera della ricerca sulla prevenzione e la cura dell'Ibd. Il progetto è coordinato dall'Istituto israeliano Migal e comprende 21 partner, tra cui l'Italia, che partecipa con l'azienda Solaris Biotech che realizzerà i bioreattori necessari alla sperimentazione sulle alghe.

Vai al sito


pubblicato in: L'altra ricerca nell'Almanacco N 19 13 ott 2021

1  | 2  | 3  | 4  | 5  | 6  | 7  | 8  | 9  | 10  | 11  | 12  | 13  | 14  | 15  | 16  | 17  | 18  | 19  | 20  | 21  | 22  | 23  | 24  | 25  | 26  | 27  | 28  | 29  | 30  | 31  | 32  | 33  | 34  | 35  | 36  | 37  | 38  | 39  | 40  | 41  | 42  | 43  | 44  | 45  | 46  | 47  | 48  | 49  | 50  | 51  | 52  | 53  | 54  | 55  | 56  | 57  | 58  | 59  | 60  | 61  | 62  | 63  | 64  | 65  | 66  | 67  | 68  | 69  | 70  | 71  | 72  | 73  | 74  | 75  | 76  | 77  | 78  | 79  | 80  | 81  | 82  | 83  | 84  | 85  | 86  | 87  | 88  | 89  | 90  | 91  | 92  | 93  | 94  | 95  | 96  | 97  | 98  | 99  | 100  | 101  | 102  | 103  | 104  | 105  | 106  | 107