Ultima edizione | Archivio giornali | Archivio tematico | Archivio video

CNR: Almanacco della Scienza


ISSN 2037-4801

Archivio Tematico

Salute

 | 1  | 2  | 3  | 4  | 5  | 6  | 7  | 8  | 910  | 11  | 12  | 13  | 14  | 15  | 16  | 17  | 18  | 19  | 20  | 21  | 22  | 23  | 24  | 25  | 26  | 27  | 28  | 29  | 30  | 31  | 32  | 33  | 34  | 35  | 36  | 37  | 38  | 39  | 40  | 41  | 42  | 43  | 44  | 45  | 46  | 47  | 48  | 49  | 50  | 51  | 52  | 53  | 54  | 55  | 56  | 57  | 58  | 59  | 60  | 61  | 62  | 63  | 64  | 65  | 66  | 67  | 68  | 69  | 70  | 71  | 72  | 73  | 74  | 75  | 76  | 77  | 78  | 79  | 80  | 81  | 82  | 83  | 84  | 85  | 86  | 87  | 88  | 89  | 90  | 91  | 92  | 93  | 94  | 95  | 96  | 97  | 98  | 99  | 100  | 101  | 102  | 103  | 104  | 105  | 106  | 107

Gli effetti negativi della distanza

L'impossibilità di frequentare le lezioni in classe per ridurre il rischio di contagi ha avuto conseguenze sugli studenti di tutte le età. La prosecuzione nel nuovo anno scolastico della didattica esclusivamente in remoto, finora indispensabile per contrastare il contagio, potrebbe determinare un accrescimento dei sentimenti di isolamento e di solitudine già presenti, specie tra gli adolescenti. A sottolinearlo è Antonio Cerasa, neuroscienziato dell'Istituto per la ricerca e l'innovazione biomedica del Cnr


pubblicato in: Focus nell'Almanacco N 16 9 set 2020

Inail, meno infortuni e più malattie professionali

Presentata a Roma, a Palazzo Montecitorio, alla presenza del presidente della Camera Roberto Fico, la “Relazione annuale 2019” dell'Istituto nazionale assicurazione infortuni sul lavoro: 644.893 gli infortuni denunciati, stabili rispetto al 2018 (-0,09%); quelli sul lavoro sono 405.538, di cui il 18,6% avvenuti fuori dell'azienda e nel percorso casa/luogo di lavoro; i decessi sul lavoro sono 628, il 17,2% in meno rispetto all'anno precedente. Dal Rapporto emergono estensione dell'assicurazione ai rider, maggiori tutele per gli infortuni domestici e riduzione dei premi contro gli infortuni. Le malattie professionali sono in aumento: 61.201 denunce, un +2,9% rispetto al 2018, con in testa il settore dell'industria. Le denunce calano a Nord e a Sud, ed aumentano nelle Isole.

https://www.inail.it/cs/internet/comunicazione/pubblicazioni/rapporti-e-relazioni-inail/relazione-annuale-anno-2019.html


pubblicato in: L'altra ricerca nell'Almanacco N 16 9 set 2020

Mens sana in giovani sani

Dell'importanza dell'attività fisica si parla spesso, eppure altrettanto spesso le statistiche ne rivelano l'insufficiente diffusione tra i ragazzi. Ora inoltre, a causa del Coronavirus, praticare sport potrebbe essere più difficile. Occorre allora organizzarsi per fare ginnastica in casa o all'aperto, scegliendo l'attività più adatta alle diverse fasce di età. Ne abbiamo parlato con Roberto Volpe dell'Unità di prevenzione e protezione del Cnr


pubblicato in: Focus nell'Almanacco N 16 9 set 2020

Caldo e mascherine, una convivenza difficile

L'arrivo dell'estate ha reso più fastidioso l'uso di questi dispositivi, che restano comunque uno strumento efficace per contrastare la diffusione del Coronavirus. Marco Morabito del Cnr-Ibe evidenzia i disagi del loro utilizzo per l'organismo, in presenza di alte temperature ed elevati livelli di umidità


pubblicato in: Focus nell'Almanacco N 15 29 lug 2020

Dall'Iss indicazioni per tornare al mare in sicurezza

Per la ripresa delle attività ricreative in spiaggia, l'Istituto superiore di sanità (Iss), con l'approvazione del Comitato tecnico scientifico (Cts) istituito presso la Protezione civile e la collaborazione dell'Inail, ha pubblicato il rapporto “Iss Covid-19 n. 36/2020. Indicazioni sulle attività di balneazione in relazione alla diffusione del virus Sars-Cov-2”. Il documento fornisce ai decisori politici elementi tecnici di valutazione per criteri guida relativi a una rimodulazione delle misure di contenimento del contagio da Sars-Cov-2. L'obiettivo è garantire misure di sicurezza per la salute di operatori e utenza, nel contesto dell'attuale emergenza sanitaria, a favore di una progressiva ripresa delle attività connesse alla balneazione. Le indicazioni, rivolte alle autorità regionali ambientali, sanitarie e agli enti territoriali, evidenziano il rischio dovuto all'organizzazione di ambienti, strutture, procedure e norme igieniche/comportamentali da seguire in stabilimenti e spiagge libere, dove è elevato il livello di promiscuità e frequentazione.

Vai al sito


pubblicato in: L'altra ricerca nell'Almanacco N 15 29 lug 2020

Non abbassare la guardia!

Il Coronavirus ha ridotto la sua forza ma il numero dei contagiati subisce delle oscillazioni a causa di focolai diffusi a macchia di leopardo sul territorio. A ricordarcelo è il virologo Giovanni Maga, direttore dell'Istituto di genetica molecolare del Cnr, che ci avverte di non allentare nessuna forma di precauzione, in primis l'uso delle mascherine nei luoghi chiusi o affollati, al di là degli obblighi di legge, e l'osservanza delle norme di igiene e di distanziamento sociale. I contagi da “importazione” sono un altro aspetto del problema, da monitorare con attenzione ma senza pregiudizi: “In un mondo globalizzato, lo è anche il rischio di trasmissione del virus”


pubblicato in: Focus nell'Almanacco N 15 29 lug 2020

 | 1  | 2  | 3  | 4  | 5  | 6  | 7  | 8  | 910  | 11  | 12  | 13  | 14  | 15  | 16  | 17  | 18  | 19  | 20  | 21  | 22  | 23  | 24  | 25  | 26  | 27  | 28  | 29  | 30  | 31  | 32  | 33  | 34  | 35  | 36  | 37  | 38  | 39  | 40  | 41  | 42  | 43  | 44  | 45  | 46  | 47  | 48  | 49  | 50  | 51  | 52  | 53  | 54  | 55  | 56  | 57  | 58  | 59  | 60  | 61  | 62  | 63  | 64  | 65  | 66  | 67  | 68  | 69  | 70  | 71  | 72  | 73  | 74  | 75  | 76  | 77  | 78  | 79  | 80  | 81  | 82  | 83  | 84  | 85  | 86  | 87  | 88  | 89  | 90  | 91  | 92  | 93  | 94  | 95  | 96  | 97  | 98  | 99  | 100  | 101  | 102  | 103  | 104  | 105  | 106  | 107