Ultima edizione | Archivio giornali | Archivio tematico | Archivio video

CNR: Alamanacco della Scienza

Archivio

N. 10 - 15 set 2010
ISSN 2037-4801

Focus - Formazione  

Cultura

'Scienziati e studenti', a Genova i vincitori

'Scienziati e studenti', la manifestazione organizzata dall'Ufficio Stampa del Consiglio nazionale delle ricerche per avvicinare i ragazzi alla scienza stimolando la loro curiosità, presenta alla quarta edizione alcune novità.

Innanzitutto è  uscita dai confini della Capitale per raggiungere Firenze Palermo e Genova. E proprio nel capoluogo ligure celebrerà a novembre la sua tappa conclusiva, con la premiazione, nel corso del Festival della Scienza, delle tre classi vincitrici del concorso video legato all'evento. Ciascuna classe è infatti chiamata, oltre che a partecipare agli incontri con i ricercatori, a realizzare una clip che sintetizzi l'argomento proposto. Anche gli scienziati, dal canto loro, illustrano i loro studi facendo ricorso a immagini e filmati, per stuzzicare la curiosità dei ragazzi.

Gli incontri di quest'anno, svoltisi tra febbraio e aprile, sono stati dedicati al  tema 'Il futuro della Terra'. Con Gianvincenzo Barba dell'Istituto di scienze dell'alimentazione (Isa) di Avellino si è parlato del futuro dell'alimentazione e dell'evoluzione della pubblicità dei cibi; [immagine]Paolo Vezzoni, genetista dell'Istituto di tecnologie biomediche (Itb) di Milano, ha illustrato gli sviluppi della genetica; il glaciologo Giovanni Mortara dell'Istituto di ricerca per la protezione idrogeologica (Irpi) di Torino ha chiarito quale destino attende i nostri ghiacciai e come impedirne la progressiva fusione. Il fisico Valerio Rossi Albertini dell'Istituto di struttura della materia (Ism) di Roma ha prospettato le possibili nuove fonti energetiche; sull'energia solare è stato invece incentrato l'incontro con Mario Pagliaro dell'Istituto per lo studio dei materiali nanostrutturati (Ismn) di Palermo; Ramona Magno dell'Istituto di biometeorologia (Ibimet) di Firenze ha indicato i rischi di desertificazione per il nostro Paese. I pericoli  legati ai social network sono stati affrontati da Claudia Ceccarelli dell'Ism; di  robotica e di roboetica ha trattato, infine, Gianmarco Veruggio dell'Istituto di elettronica e di ingegneria dell'informazione e delle telecomunicazioni (Ieiit) di Genova.

Oltre 35 i video realizzati dalle classi partecipanti, tra i quali una giuria composta da esperti di comunicazione e cinema ha scelto i lavori vincenti: un corto contro l'abuso di alcol della IIB del liceo classico Luciano Manara di Roma, un'esposizione esaustiva e sintetica sull'idrogeno della IID del Liceo classico Virgilio di Roma e un'originale presentazione, attraverso la metafora del Paradiso dantesco, dei vantaggi derivanti dal ricorso all'energia solare contrapposta all'Inferno costituito dell'uso delle fonti non rinnovabili attualmente prevalenti realizzato dalla ID del liceo classico Giovanni Meli di Palermo. 

I premiati saranno quindi ospitati per due giorni a Genova dove potranno visitare il Festival e l'Acquario. Inoltre, ai giovani filmaker  verrà  riservato uno spazio in cui proiettare i  lavori al pubblico.

"Iniziative  come 'Scienziati e studenti' sono dunque importanti perché permettono di svecchiare l'immagine stereotipata del ricercatore,  curvo su libri e macchinari, per restituire ai giovani la realtà di una professione che unisce il rigore alla fantasia, la curiosità al coraggio e alle capacità manageriali", commenta il Presidente del Cnr Luciano Maiani. "Avvicinare gli studenti ai segreti della scienza può rappresentare la strategica semina di fruttuose future generazioni di nuovi ricercatori. Di cui il nostro Paese ha fortemente bisogno".

 

P.V.

Fonte: Rita Bugliosi, Ufficio Stampa del Cnr, tel. 06/49932021 , email rita.bugliosi@cnr.it -