Ultima edizione | Archivio giornali | Archivio tematico | Archivio video

CNR: Alamanacco della Scienza

Archivio

N. 22 - 24 nov 2021
ISSN 2037-4801

L'altra ricerca   a cura di Marina Landolfi

Università ed Enti

Rossella, un nome scritto nel cielo

Dall'8 novembre l'International Astronomical Union (Iau) ha dedicato un asteroide della regione del Sistema solare a Rossella Panarese, giornalista scientifica, ideatrice e conduttrice del programma Rai Radio3 Scienza, scomparsa prematuramente lo scorso marzo. La dedica è stata proposta dagli astrofisici Fabrizio Bernardi, scopritore dell'asteroide e fondatore di Space-Dys, e di Albino Carbognani dell'Istituto nazionale di astrofisica di Bologna. Il corpo celeste, oggi indicato come 112527 Panarese 2002 PJ33, è un asteroide di circa 2,5 km di diametro che si muove tranquillamente tra l'orbita di Marte e quella di Giove, e gira attorno al Sole in meno di quattro anni e cinque mesi, a una distanza media di 400 milioni di chilometri. Scoperto il 5 agosto 2002 all'Osservatorio astronomico di Campo Imperatore (Te), fa parte del programma “Campo Imperatore Near-Earth Object Survey”, che dal 2001 studia e monitora asteroidi e comete le cui linee  passano vicine a quella della Terra. Finora è stato osservato 639 volte dai diversi osservatori astronomici internazionali, con un paio di registrazioni anche un mese prima della sua scoperta ufficiale dall'Osservatorio di Monte Palomar (Usa), che ha ispirato il titolo del romanzo di Italo Calvino e anche della prima trasmissione scientifica di Radio3 che Panarese scrisse e condusse dal 1991 al 1994, seguita poi da altri programmi come Futura  e Radio3 Scienza.

Il Minor Planet Center, incaricato dall'Iau di raccogliere i dati sui corpi minori del Sistema solare come asteroidi e comete, riporta sul sito i dati tecnici del corpo celeste 112527 Panarese 2002 PJ33, assieme alla seguente  scheda biografica: "Rossella Panarese (1960–2021) was an Italian radio producer and science communicator. In 2003 she created Radio3 Scienza, the daily science radio show on Italian public radio. She was also a lecturer in science communication at both the International School of Advanced Studies in Trieste and the Sapienza University of Rome". Un riconoscimento che la comunità scientifica le ha voluto assegnare  per il suo impegno nella comunicazione scientifica, non solo radiofonica, ma anche nella divulgazione e nella formazione.