Ultima edizione | Archivio giornali | Archivio tematico | Archivio video

CNR: Alamanacco della Scienza

Archivio

N. 3 - 14 apr 2010
ISSN 2037-4801

Vita CNR   a cura di Francesca Gorini

Tecnologia

Etrera, verso un network mediterraneo di ricerca

È stato presentato presso l'Istituto di cultura italiana a Tunisi, Etrera (Empowering Tunisian renewable energy research activities), progetto europeo finalizzato a rafforzare le potenzialità della ricerca tunisina nello sviluppo energetico sostenibile, il cui coordinamento è stato affidato all'Istituto di tecnologie avanzate per l'energia (Itae) del Cnr di Messina. 

Il progetto, della durata di tre anni, è finanziato nell'ambito del 7° Programma Quadro dell'Unione Europea nell'ambito delle azioni Regpot (Regional potentialities) e prevede in prima battuta il potenziamento dell'attività di una delle principali istituzioni di ricerca della Tunisia, il Crten (Centre des Recherches et des Technologies de l'Energie), grazie ad una stretta collaborazione con Politecnico di Nantes (Francia) e InnovaBic (Italia). Il potenziamento andrà nella direzione dello sviluppo energetico sostenibile, in particolare delle tecnologie per celle a combustibile e a idrogeno: in concreto, la realizzazione di un laboratorio di test per fuel cell e lo start-up di un gruppo di ricerca dedicato alle celle a combustibile a elettrolito polimerico.

"Etrera si inserisce nella strategia di potenziamento delle collaborazioni scientifiche tra Europa e Tunisia, e, più in generale, tra Europa e Paesi che si affacciano sul bacino del Mediterraneo", afferma Gaetano Squadrito, dell'Itae-Cnr, coordinatore del progetto. "Obiettivo ultimo dell'iniziativa è creare un network di ricerca trans mediterraneo tra centri di ricerca europei e tunisini, che si spera divenga il nucleo di un più ampio network mediterraneo di ricerca sull'energia".

Parallelamente, una parte significativa dell'iniziativa sarà rivolta all'organizzazione di workshop e seminari dedicati a energie rinnovabili, fuel cells e idrogeno, diretti sia alla comunità scientifica europea e internazionale sia a industrie e pubblico generale, potendo contare sulle competenze di 'dissemination e outreach' proprie di InnovaBic di Messina, agenzia di sviluppo locale che opera nel campo del trasferimento tecnologico.

Fonte: Gaetano Squadrito, Istituto di tecnologie avanzate per l'energia "Nicola Giordano", Messina, tel. 090/624231 , email gaetano.squadrito@itae.cnr.it -