Ultima edizione | Archivio giornali | Archivio tematico | Archivio video

CNR: Alamanacco della Scienza

Archivio

N. 3 - 15 feb 2012
ISSN 2037-4801

Editoriale

M'illumino di meno

All'Almanacco della Scienza, al risparmio, siamo abituati: il nostro è un giornale 'low cost', quasi 'no cost', realizzato grazie al lavoro dell'Ufficio stampa del Consiglio nazionale delle ricerche e di alcuni collaboratori volontari. Proprio in una riunione di redazione è nata l'idea di dedicare questo numero al risparmio energetico, cogliendo la coincidenza tra il periodo di uscita e la giornata dedicata a 'M'illumino di meno', la campagna di Rai-Radio2 'Caterpillar', il 17 febbraio.

In questo giorno si spengono simbolicamente le luci e soprattutto si riflette su tutte le modalità di razionalizzazione dei consumi: riduzione degli sprechi con particolare attenzione a quello di cibo, produzione di energia pulita, uso di bici e mezzi pubblici, riciclo, differenziazione e riuso dei rifiuti.

La campagna del programma di Massimo Cirri, in onda su Radiodue alle 18.00 e alle 6.00 del mattino, è giunta alla sua ottava edizione e quest'anno conta su iniziative semiserie e autoironiche, come il 'M'illum-inno', oltre 100 brani di musicisti ed esecutori professionisti e amatoriali sul risparmio energetico, su molti testimonial, quali sindaci, amministratori, cittadini, ascoltatori e su iniziative che si terranno in varie sedi.

Per dare il nostro contributo abbiamo chiesto ai ricercatori del Cnr qualche informazione e suggerimento sul tema. Tra le ricerche di cui parliamo in questo numero, quelle sull'uso dei pigmenti naturali di frutta e verdura per migliorare l'efficienza degli impianti fotovoltaici, sui 'lampioni intelligenti' e, cosa che ci fa particolarmente piacere, quella sulle scarpe a recupero energetico, ideate da un gruppo di studenti aiutati da un nostro istituto. Ma abbiamo anche voluto prendere l'impegno di valutare la sostenibilità della riqualificazione energetica della nostra sede centrale e 'storica', in piazzale Aldo Moro a Roma.

Il significato principale di 'M'illumino di meno', infatti, è responsabilizzare tutti a scelte che consentano di ridurre i consumi e ancor più gli sprechi. Un dovere delle amministrazioni, alle quali facciamo presente, per esempio, l'utilità delle aree verdi per combattere le 'isole di calore' urbane,  ma anche e soprattutto delle singole persone: un medico del Cnr ricorda come gli eccessi di riscaldamento e condizionamento negli ambienti chiusi siano dannosi anche per la salute.

Per risparmiare energia, in fondo, servono anche accorgimenti semplici. Come quelli indicati dalla campagna di Caterpillar: spegnere le luci e gli apparecchi elettronici quando non li utilizziamo, mettere il coperchio sulle pentole e regolare la fiamma, ridurre gli spifferi degli infissi... Le regole di buon senso, spesso, sono la soluzione migliore.

Marco Ferrazzoli