Ultima edizione | Archivio giornali | Archivio tematico | Archivio video

CNR: Alamanacco della Scienza

Archivio

N. 18 - 29 set 2021
ISSN 2037-4801

Divulgazione

Tra esplorazioni geografiche e didattica

L'associazione La Venta esplorazioni geografiche è un team italiano che da trent'anni organizza e gestisce progetti esplorativi geografico-speleologici ambientati nelle aree più remote e di difficile accesso del Pianeta: dall'inferno della Grotta dei cristalli giganti di Naica alle grotte di ghiaccio della Patagonia, dai deserti di sale dell'Iran alle grotte tropicali di Filippine e Messico, dai primordiali Tepui del Venezuela agli altopiani carsici dell'Uzbekistan.  Alle soglie del terzo millennio parlare di "esplorazione geografica", in un mondo dove l'espansione umana e la documentazione satellitare sembrano aver messo sotto controllo ogni lembo di natura, può sembrare fuori luogo, ma non è così. La divulgazione dei risultati delle ricerche è il complemento indispensabile di ogni esplorazione. La Venta dedica quindi particolare attenzione alla qualità della documentazione, dal livello della divulgazione di base a quello della pubblicazione scientifica. Questo ha consentito la realizzazione di articoli sulle maggiori riviste mondiali e una forte presenza televisiva, sia in Italia che all'estero.

Tante tragiche esperienze di secoli di ricerca geografica hanno insegnato che esplorare non basta, se non si cerca di capire che cosa si è esplorato e il modo per conservarlo. Proprio per questo l'attività principale dei progetti di ricerca portati avanti è la documentazione geografica, non solo delle grotte esplorate, ma anche della loro relazione fisica e culturale con l'ambiente in cui sono. I ricercatori del team La Venta fanno speleologia in modo geografico, cercando di capirne gli aspetti archeologici, storici, antropologici, fisici. Le Terre della notte, in queste ricerche, sono parte integrante di un territorio e ne costituiscono la faccia nascosta. Gli ottimi risultati esplorativi di questi anni hanno fatto conoscere e apprezzare l'associazione La Venta nel mondo intero, sia attraverso pubblicazioni e filmati realizzati autonomamente, sia con consulenze e collaborazioni a vario titolo con governi, istituzioni e organizzazioni culturali e scientifiche. "C'è ancora molto da scoprire nelle regioni più remote della superficie terrestre, e moltissimo al di sotto di essa, dove si stendono ancora quasi inesplorate le Terre della notte”.

Dal 2009 Pleiadi si occupa di didattica e comunicazione della scienza in tutte le sue forme, portando la divulgazione in diversi contesti, dalle scuole ai musei, dai centri commerciali alle aziende, adattandola alle specifiche esigenze, ma puntando sempre al duplice obiettivo di trasmettere contenuti scientifici in modo interattivo. Il metodo di lavoro di Pleiadi trae ispirazione dalla filosofia "hands-on", nata negli anni '60 negli Stati Uniti e sviluppata secondo la prassi dell'Elaborazione logico sperimentale (Els): non solo interattività, ma anche veicolazione di concetti scientifici con un linguaggio semplice sia nelle attività didattiche, sia nella comunicazione al grande pubblico. Negli anni, l'associazione si è specializzata anche nella gestione di attività educative per il pubblico scolastico e non di diversi musei - dall'Orto botanico di Padova al Museo civico di storia naturale di Milano, dall'M9-Museo del '900 di Mestre al Museo del volo al castello di San Pelagio -, formando gli operatori didattici e gestendo anche progettazione, promozione e conduzione di eventi speciali. Nel 2019 il know-how sviluppato nel tempo ha condotto all'inaugurazione del Children's Museum Verona, un museo interamente progettato e realizzato da Pleiadi: un luogo interattivo ed esperienziale a tema Steam in uno spazio di 1.000 mq, dove i bambini possono osservare, manipolare, apprendere e conoscere il mondo insieme ai propri genitori, poiché, come affermava Maria Montessori, "il gioco è il lavoro del bambino".

R. B.