Ultima edizione | Archivio giornali | Archivio tematico | Archivio video

CNR: Alamanacco della Scienza

Archivio

N. 8 - 14 lug 2010
ISSN 2037-4801

Libreria

In viaggio per il mondo con Geo

In viaggio per il mondo con Geo

Da più di trent'anni in Europa, e dal 2005 anche in Italia, il mensile Geo accompagna i lettori alla scoperta del nostro pianeta, mostrandone il mosaico antropologico, esplorando le meraviglie naturali e indagando sull'attualità socio-politica.

Nel numero di luglio si parte della Grecia. Culla della civiltà occidentale e scrigno di bellezze archeologiche e naturalistiche, questo stato si ritrova a vivere un presente buio a causa della difficile situazione economica. Da questo paradosso ha inizio un reportage in cui, attraverso testimonianze di chi la crisi la sta subendo e di chi cerca di superarla, ci si domanda se questo paese può guardare a un futuro migliore ricominciando dal suo grande passato.

Anche in Italia troviamo realtà colpite dalla recessione. Come a Riace, piccolo paese della Calabria che si sta spegnendo a causa dell'emigrazione e della ‘ndrangheta. Per rimediare a tale stato di cose, un sindaco ha cercato la soluzione negli immigrati che in Riace hanno trovato asilo e salvezza.

Il viaggio attraverso l'Italia continua con un itinerario fotografico lungo i 7 mila chilometri delle nostre coste, in cui tra strutture di cemento, fabbriche e ascensori sulle scogliere, si ha una media di un reato di abusivismo edilizio ogni due chilometri.

E se c'è chi fotografa il mare per denuncia, c'è chi invece lo ritrae nella sua massima potenza e bellezza. È la storia di Clark Little, fotografo-surfista che dal 2007 cattura l'inarrestabile impeto delle onde delle Hawaii con la sua macchina, rappresentandole come un fenomeno di energia pura.

Ogni mese la rivista si propone, inoltre, di portare alla luce storie di popoli lontani per permetterci di apprezzarne i differenti costumi. In questo numero i protagonisti sono i Pirahã, 360 uomini dell'Amazzonia divenuti famosi per il loro particolare modo di comunicare. Scoperti dal linguista Dan Everett, questa tribù non usa proposizioni subordinate, non ha lemmi per esprimere i numeri e il tempo, si preoccupa solo del concreto e di ciò di cui si può avere un'esperienza diretta. Per Everett, che ha passato metà della sua vita in mezzo a loro, attirandosi le critiche di molti studiosi, potrebbe essere l'inizio di una nuova era linguistica.

Per concludere un ultimo viaggio, quello intorno al mondo della ricerca. Per 24 ore Geo ha seguito le attività di scienziati e ricercatori di 30 paesi.

Alessandra Lia

titolo: Geo
categoria: Rivista
autore/i: Monfreda Annalisa
editore: Gruner+Jahr/Mondadori
prezzo: € 4.50