Ultima edizione | Archivio giornali | Archivio tematico | Archivio video

CNR: Alamanacco della Scienza

N. 23 - 15 dic 2021
ISSN 2037-4801

Recensioni

Cinema

Ilaria Capua arriva al cinema

Il film “Trafficante di virus” è liberamente ispirato al libro autobiografico della virologa Ilaria Capua, trasferitasi negli Stati Uniti dopo essere stata indagata per un presunto traffico di virus e vaccini. Nel lungometraggio, diretto da Costanza Quatriglio, Anna Foglietta interpreta Irene Colli, una giovane ricercatrice che lavora presso un importante istituto zooprofilattico italiano, analizzando le epidemie diffuse tra gli animali, ma che minacciano anche la salute degli esseri umani. Un ambito di ricerca divenuto di estrema attualità con la diffusione della pandemia di Covid-19.

La scienziata con il suo team vince un bando europeo per aver scoperto un vaccino efficace contro l'aviaria, malattia che può causare nell'uomo forme acute di influenza, in molti casi mortale. Quando decide di condividerlo con la comunità scientifica mondiale, soprattutto con i Paesi africani i più minacciati da questa patologia, la magistratura apre un'indagine, accusandola di aver diffuso il virus per ricavare profitti con la vendita dei vaccini a una casa farmaceutica. Accuse pesantissime - traffico illecito di virus, epidemia e tentata strage - che prevedono pene fino all'ergastolo.

La pellicola, attraverso continui salti temporali (dal 2016 al 1999), racconta come l'inchiesta sconvolga la vita della studiosa, sia quella professionale che quella privata. La regista delinea della studiosa un ritratto di persona combattiva, di donna intelligente e sensibile, che non teme la propria bellezza e reagisce alle molestie degli uomini che ne sminuiscono l'intelligenza. C'è poi il rapporto con il team di collaboratori, con i quali ci sono grande intesa e un forte legame, condivisione di successi, ma anche di sconfitte e problemi. E poi c'è il suo matrimonio, che va a rotoli a causa dell'insicurezza del partner per il successo della scienziata.

Emerge, insomma, l'immagine di una donna che conduce una difficile battaglia contro tanti nemici: l'ostruzionismo dei superiori, la burocrazia del sistema scientifico internazionale, i problemi della vita privata. Parlando del film, la regista dice: “Attraverso l'intonazione non vittimistica di una vicenda devastante, ho voluto mettere al centro questa donna esposta, nuda, il cui corpo sembra quasi sotto il vetrino di un microscopio. Una donna che cade nell'ingranaggio di una vicenda giudiziaria - ma anche esistenziale e professionale - che ha l'atmosfera emotiva del thriller psicologico, calata in un gioco scoperto con gli immaginari dei generi cinematografici. Il suo talento, nel mondo della scienza e del potere, non basta a proteggerla dai nemici invisibili che la circondano, anzi, è spinta in un labirinto a cui è difficile dare un nome”.

La pellicola, dopo un breve passaggio in sala, è ora disponibile su Prime Video.


Rita Bugliosi

La scheda

Titolo: Trafficante di virus

Regia: Costanza Quatriglio

Cast: Anna Foglietta, Michael Rodgers, Andrea Bosca, Isabel Russinova, Beatrice Fedi, Fulvio Falzarano, Alberto Basaluzzo, Francesco Biscione, Nadia Brustolon, Roberto Citran, Paolo Calabresi, Luigi Diberti

Trailer: https://www.youtube.com/watch?v=NcoFqF8rxU0