Ultima edizione | Archivio giornali | Archivio tematico | Archivio video

CNR: Alamanacco della Scienza

Archivio

N. 12 - 13 lug 2011
ISSN 2037-4801

Video

Socio-economico

Valori in corso

Nel corso ‘CoMeVa... la ricerca', cerchiamo di rovesciare il paradigma della carenza di fondi: più che insegnare ad ottenere fondi, formiamo nei partecipanti l'idea che i fondi sono la conseguenza di un lavoro ben fatto, promosso e spiegato in modo comprensibile ai nostri potenziali finanziatori. Il Corso, insomma, si basa sul principio che la ricerca restituisce valore alla società che, è bene ricordarlo, la sostiene.

Al corso si iscrivono circa trenta ricercatori e dipendenti del Consiglio nazionale delle ricerche per ciascuna sessione, ad oggi abbiamo superato i duecento partecipanti tra i quali, a fine esperienza e anche a distanza di anni, abbiamo verificato la creazione di solidi legami di amicizia e di collaborazione.

Per raggiungere lo scopo del consolidamento del gruppo, ‘CoMeVa... la ricerca' fornisce le competenze fondamentali di management e sulla valorizzazione e, dal punto di vista didattico, punta decisamente sul team building. Il gruppo classe diviene in qualche modo una metafora del luogo di lavoro, con le sue tensioni e la sua tendenza a chiudersi in gruppi ristretti, e il nostro sforzo è dimostrare che la collaborazione orizzontale e interdisciplinare è molto più proficua. Per favorire il rapporto col mondo esterno, una parte dei docenti proviene dal mondo imprenditoriale e viene incoraggiato il confronto con esponenti dell'industria a più elevato tasso di innovazione.

Il risultato viene perseguito anche attraverso il Chorus Team Building, uno strumento di formazione che sfrutta il cosiddetto "lavoro armonico", nel quale i partecipanti vivono l'esperienza della costruzione del gruppo, del superamento delle individualità e delle alleanze tra diverse capacità nel comune raggiungimento dell'obiettivo. Chi canta meglio deve lasciare da parte le velleità solistiche e sostenere i più insicuri affinché acquistano la necessaria sicurezza e potenza vocale. Nel rapporto con i maestri Cinzia Bauci e Pier Gallesi del duo Stelle Erranti, i ricercatori sperimentano una leadership orientata agli obbiettivi, in cui la dimensione autoritaria lascia spazio all'autorevolezza.

Nell'edizione di quest'anno trenta persone sono state portate, in tre giorni, a cantare in coro l'inno di Mameli, in un arrangiamento originale a tre voci e percussioni. Dall'insieme eterogeneo del primo, lavorando sulle relazioni e sugli interessi comuni, rendendo tutti i singoli portatori di valori e risorse, sviluppando sinergie che andassero oltre la sommatoria delle capacità individuali, si è formato un gruppo solido.

L'occasione del 150° anniversario dell'unità d'Italia ci ha fornito l'occasione per cantare il nostro inno e di ringraziare così i tanti Italiani che, malgrado la crisi, continuano a credere che la ricerca possa tradursi in un "valore" per la società. E che credono in un'Italia dinamica, al passo con le nazioni più avanzate.

Oltre al chorus team building, all'interno del corso si dà spazio ad altre tecniche formative e innovative come in-basket case, role playing e i giochi di ruolo su supporto elettronico sviluppati dall'Istituto di scienze e tecnologie della cognizione del Cnr.

Investiamo molto nello spiegare come adattare il linguaggio a quello dell'interlocutore. Se fuori dall'Ente non si capisce cosa facciamo ben difficilmente si potrà veicolare il messaggio che la ricerca è con ogni probabilità il principale strumento per il progresso e lo sviluppo della società e dell'economia.

Un docente del corso ha detto che "il CNR è come l'Arma dei Carabinieri. È il più grosso ente di ricerca italiano, è distribuito su tutto il territorio nazionale e riunisce quasi tutte le discipline scientifiche". Questo spirito di rete è alla base dell'azione di team building del nostro corso. Un risultato che perseguiamo grazie al Presidente del Cnr e all'Ufficio promozione delle collaborazioni che hanno sempre sostenuto il corso e alle persone che lavorano per la sua organizzazione: Roberta De Donatis, Claudia Valentini, Diletta Miceli e Irene Gennai, che quest'anno non ha potuto essere dei nostri perché in "dolce attesa".

Il nostro piccolo sogno è ora poter riunire i duecento "veterani" di ‘CoMeVa... la ricerca' per un evento di promozione della ricerca e, nella stessa occasione, far esibire al completo quello che ci piace chiamare il "Coro nazionale delle ricerche".

Aldo Luperini

Ultimi video

La piattaforma Outreach Cnr
Questa struttura ha lo scopo di mettere a disposizione sul web la multidisciplinarietà di risorse e strumenti usufruibili a distanza, per rispondere a 360 gradi al bisogno di conoscenza della società
Informatica

Del ghiacciaio della Marmolada non resterà più traccia
A suggerirlo è uno studio, al quale ha partecipato anche il Cnr-Ismar, che ha confrontato i dati di due rilievi geofisici effettuati sul ghiacciaio nel 2004 e nel 2015 e dal quale emerge come quella che prima era massa glaciale unica mostri ora in molti punti le masse rocciose sottostanti
Ambiente

Europa unita e ricerca, una storia comune celebrata a Roma
Presso la sede centrale del Cnr, si sono celebrati i 60 anni dei Trattati di Roma e i 10 anni dell'European Research Council. Tra i relatori della giornata, i presidenti dell'ente Massimo Inguscio, del Parlamento europeo Antonio Tajani, dell'European Research Council Jean Pierre Bourguignon e il ministro Valeria Fedeli
Socio-economico

'Scienziati e studenti’: la premiazione a Genova
Le tre classi vincitrici del concorso video abbinato alla manifestazione hanno partecipato con i loro video al Festival della scienza. Oltre a loro, sul palco della kermesse ligure, film-maker di professione, che hanno parlato dell'efficacia dell'uso delle immagini nella divulgazione scientifica
Cultura

Mai - design e architettura per l'edilizia sostenibile
Una casa in legno? E' proprio il caso di dire Mai
Tecnologia

Anfiteatro di Catania: il restyling è in 3D
Lo ha realizzato l’Ibam-Cnr attraverso un modello tridimensionale che ricostruisce in forma integrale uno dei più importanti monumenti della città siciliana
Tecnologia

Nanodem: tra infezione e rigetto
Il progetto, che ha come capofila l’Ifac-Cnr, ha lo scopo di costruire un dispositivo in grado di misurare gli immunosoppressori nel sangue di soggetti che hanno subito trapianti
Salute

Il deserto avanza. Anche in Italia
Il 21% del nostro Paese è a rischio siccità. All'origine, cambiamenti climatici e cattiva gestione del territorio. Questa situazione è anche la causa, in parte, delle ondate migratorie in atto. La soluzione è  un approccio sistemico al problema, capace di riportare in equilibrio ecologico le aree a rischio
Ambiente

i-Treasures, la creatività diventa tangibile
Il progetto ha l'obiettivo di salvaguardare e trasmettere il know-how di forme artistiche intangibili, dalle danze rare ai canti tradizionali
Tecnologia

Milagro torna al mare
La tartaruga Caretta Caretta è stata dimessa dall'ospedale veterinario in cui era stata ricoverata per una ferita sul cranio e sul carapace
Ambiente